OBAMA HA VINTO. I PRIGIONIERI POLITICI


Obama ha vinto le elezioni, possiamo essere felici? 

Tutti noi fin dalla prima elezione del presidente Obama avevamo speranza che qualcosa fosse cambiato nella lotta dei diritti civili. Non solo l'America dei Nativi, degli Emigranti, dei Portoricani e Spagnoli speravano in un cambiamento di rotta in America, ma bensì in tutto il mondo.
Obama stesso dichiarava la chiusura dell'infamia carceraria Guantanamo.

Quantanamo dopo 4 anni è ancora lì, i detenuti politici in America, negli Stati Uniti non vengono riconosciuti. I detenuti in America vivono sotto la tortura, sono in isolamento da anni e anni. Tutt'ora esponenti del Black Phanter Party sono segregati in celle di isolamento chiamato " Buco ".

Da 37 anni anni un nativo chiamato Leonard Peltier viene tenuto prigioniero dal governo Americano. Leonard Peltier era un attivista dell' AIM ( American Indian Movement ). Su di lui si è accanito tutto l'apparato dell'FBI. Quando fu arrestato era in Canada e non avevano nessun diritto di espatriarlo. Su di lui un processo farsa che continua tutt'ora.

Ora con la rielezione a Presidente Obama cosa farà?
Ci sono 4 nuovi anni per poter dire basta a Guantanamo e per davvero, riconoscere i diritti ai detenuti politici. Io so però che questo è molto difficile. Nella storia carceria di tutti questi secoli il detenuto politico è visto come il più pericoloso. Sono molto meglio considerati i detenuti comuni che i detenuti politici. Il deliquente comune serve alle società borghesi, capitalistiche ed imperialiste, così può vantarsi e attraverso la propaganda mediatica può dire: Noi dobbiamo esserci per forza, altrimenti chi mantiene l'ordine?"

No, non voglio illudermi, il sistema carcerario si cambia attraverso l'emancipazione, l'uguaglianza e la libertà dei popoli.
Solo trasformando le società possiamo trasformare i carceri. I carceri oggi e questo vale in tutto il mondo appartiene anch'esso al profitto e al mercato.

Free Leonard Peltier, Free per tutti i detenuti politici essi sono i nostri fratelli, la loro colpa è di combattere per la libertà del proprio popolo e di un' umanità tutti i giorni colpita dalla repressione. Repressione, la quale vuole questo sistema che ci porterà diritto alla morte.

Leave a comment